LA PAPESSA E L’IMPERATRICE

Dott.ssa Sonia Arnaboldi
Psicologa psicoterapeuta (clicca qui)

LA PAPESSA E L’IMPERATRICE
L’inverno e la primavera del femminile

La lettura degli Arcani Maggiori in chiave psicologica è volta ad approfondire l’introspezione e la conoscenza di sé. Secondo questo approccio ognuna delle 22 carte ci parla del nostro mondo interno, rappresenta una parte di noi, una fase che stiamo attraversando, un nodo che dobbiamo sciogliere e molto altro ancora.

La Papessa e l’Imperatrice sono i primi due Arcani femminili della serie e ci parlano di due caratteri diversi del Femminile psichico, come due facce di una stessa medaglia.

La Papessa è una donna velata, ammantata, con lo sguardo rivolto al passato, seduta accanto ad un uovo bianco come il suo volto. E’ un femminile che contiene, accumula forze, idee, sentimenti per prepararsi all’azione; è impegnata in una gestazione, chiusa in un ritiro introvertivo, sta preparando una schiusa. Apparentemente fredda e distaccata, in realtà sta contenendo e proteggendo dentro di sé un nuovo inizio, sta incubando un germoglio che nascerà.

Evoca un inverno del Femminile che, mentre all’esterno appare ammantato di freddezza e distacco, al suo interno è ardente, recettivo, impegnato in una fase di passaggio o in una crisi evolutiva, in attesa e preparazione di un nuovo avvio, un nuovo progetto.

L’uovo della Papessa, simbolicamente ciò che si è accumulato durante la gestazione, si schiude nell’esplosione vitale, irruenta e creativa dell’Imperatrice, la primavera del Femminile.

L’Imperatrice guarda al futuro, con un germoglio verde appoggiato sul ventre; rappresenta l’aspetto forte, creativo e sensuale del femminile. Mentre la Papessa si ritira in mondi interiori senza tempo, l’Imperatrice vive nel mondo della concretezza, è ricerca e attuazione. Dopo la quiete meditativa, essa agisce, genera, nutre e trasforma.

Per acquisire una buona completezza di sé e mantenerci in equilibrio, è necessario che facciamo coesistere in noi entrambi i principi, la Papessa e l’Imperatrice. Se la Papessa non dà alla luce l’Imperatrice rischia di paralizzarsi, congelarsi, di chiudersi nell’inerzia e nell’immobilismo; così anche l’ Imperatrice che non sia transitata attraverso la fase meditativa della Papessa e non sia stata da essa incubata corre il rischio di generare un azione confusa, non finalizzata e temporanea.

Papessa-Imperatrice